LOURDES, CHE SUCCEDE? ARRIVA UN COMMISSARIO DEL PAPA

Dopo Medjugorje, adesso è la volta di Lourdes, il santuario mariano più conosciuto al mondo e visitato ogni anno (nonostante qualche leggera flessione nell’ultimo quinquennio) da 5-6 milioni di pellegrini.

«Papa Francesco desidera accentuare il primato spirituale rispetto alla tentazione di sottolineare troppo l’aspetto gestionale e finanziario, e vuole promuovere sempre di più la devozione popolare che è tradizionale nei santuari», così si legge in una nota pubblicata su Vatican news, organo ufficiale della Santa Sede .

Il pontefice – che prosegue nella sua profonda e autentica linea di riforma della Chiesa, all’insegna della perfetta adesione al Vangelo, ha quindi deciso di inviare a Lourdes un suo delegato, Antoine Herouard, vescovo ausiliare di Lille, che – con un mandato a termine – dovrà curare soprattutto l’aspetto legato alla cura dei pellegrini che si recano nella terra benedetta ai piedi dei Pirenei francesi.

Un progetto di portata più ampia – non limitato cioè ai due santuari di Lourdes e di Medjugorje – impostato dall’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la Nuova Evangelizzazione, dicastero che da due anni ha ricevuto da Francesco l’incarico di valorizzare la pastorale dei santuari.

«A seguito delle verifiche» –  scrive il Papa nella lettera di incarico a monsignor Herouard, «desidero comprendere quali ulteriori forme il santuario di Lourdes possa adottare, oltre alle molteplici già esistenti, per divenire sempre di più un luogo di preghiera e di testimonianza cristiana corrispondente alle esigenze del popolo di Dio».

Sempre Vatican news afferma che lo stesso Fisichella ha svolto nei mesi scorsi una missione come ‘inviato speciale’ presso il santuario francese  che ogni anno vede arrivare milioni di pellegrini provenienti da ogni parte del mondo”.

I luoghi dell’apparizione a Bernadette sono tra i più visitati al mondo. L’Organizzazione mondiale del Commercio – Wto – stima in 330 milioni i “turisti religiosi” nel mondo, un giro d’affari che muove 18 miliardi di dollari.