SUOR MARIA DI GENONI, LA “NONNA” DELL’AFRICA E L’ANGELO SARDO DEL GIUBILEO

Nessuno l’ha vista, ma a Bangui c’era – e non poteva mancare – una bandiera dei quattro mori. A sventolarla davanti a Papa Francesco una suorina minuta, 81 anni.

È stato Papa Francesco, a sorpresa, al rientro dal suo viaggio apostolico in Africa, a cita la freschezza della testimonianza di suor Maria Concetta Esu, figlia di San Giuseppe di Genoni, la Cocco ossia la nonna dell’Africa, che ha speso quasi tre quarti dei sui 81 anni nel permettere che la vita trionfi sulla morte. Sulle sue mani si sono poggiati migliaia di bimbi e bimbe del continente africano, mani diventate una sorta di culla accogliente, che narrano coi fatti la gioia del dono gratuito di sè a favore degli ultimi.

«Vorrei dire una parola sui missionari. Uomini e donne che hanno lasciato la patria, tutto… Da giovani se ne sono andati là, conducendo una vita di tanto tanto lavoro, alle volte dormendo sulla terra. A un certo momento ho trovato a Bangui una suora, era italiana. Si vedeva che era anziana.

«Quanti anni ha?», ho chiesto.
«81»
«Ma, non tanto», ha detto Papa Francesco alla suora sarda. «Due più di me»
«Questa suora», ha aggiunto il Papa «era là da quando aveva 23-24 anni: tutta la vita! E come lei, tante. Era con una bambina. E la bambina, in italiano, le diceva: “Nonna”. E la suora mi ha detto: “Ma io, a dire il vero, non sono proprio di qua, ma del del Paese vicino, del Congo; ma sono venuta in canoa, con questa bambina”. Così sono i missionari: coraggiosi.
«E cosa fa lei, suora?», ha chiesto Papa Francesco alla suorina.
«Ma, io sono infermiera e poi ho studiato un po’ qui e sono diventata ostetrica e ho fatto nascere 3.280 bambini”. Così mi ha detto. Tutta una vita per la vita, per la vita degli altri. E come questa suora, ce ne sono tante, tante: tante suore, tanti preti, tanti religiosi che bruciano la vita per annunciare Gesù Cristo. È bello vedere questo. È bello».

Il vaticanista de “La Stampa”, Andrea Tornielli, ha aggiunto sull’episodio un particolare rivelato nell’intervista andata in onda la scorsa settimana su Radio Karalitana durante la puntata di “Parliamo di … Missione e Mondialitá”, curata da Alessandro Porcheddu e don Walter Onano, in cui commentava il viaggio del Papa in Africa.
Durante il dialogo tra Bergoglio e Suor Anna, quando lui le ha detto che sembrava la “nonna”, alcune persone del seguito Vaticano (pontificio?) hanno commentato: ” A dire la verità, sembrano i due nonni …”