GR.EST, UN CAMPO SCUOLA NEL CUORE DELLA CITTÀ

«Chi ha detto che non si può vivere in campeggio anche nel cuore della città?».
Padre Nunzio Masiello è l’animatore responsabile del Gr.est della parrocchia di Bonaria, organizzato dal Centro Giovanile Oratorio Mercedario. Abbreviazione di Gruppi estivi «da dodici anni questa esperienza», dice padre Nunzio, «s’impegna nella formazione completa, cristiana e umana, dei giovani.


Alzabandiera alle 9, zaino in spalla, costume da bagno il Gr.est di Bonaria, iniziato il 17 giugno, è diviso in due turni: elementari (180) e medie (150) ma con numeri sempre in crescita. Ogni giorno dalle 9:00 alle 19:00 (ma l’accoglienza parte già dalle 7:30), quest’anno l’iniziativa, oltre che concludere l’anno catechistico, coincide con il Giubileo mercedario “Cristo Redentore”.

«Nella nostra diocesi», dice don Alberto Pistolesi, direttore della Pastorale giovanile «sappiamo con certezza che ci saranno ben 29/30 grest il che vuol dire che un buon 50% delle parrocchie della diocesi organizza questo tipo di attività. Parliamo di circa 600 animatori, parliamo di adolescenti delle scuole superiori che – affiancati da educatori, catechisti e genitori -rinunciano in tutto o in parte al tempo del mare e delle vacanze per stare coi bambini, guidare i giochi così come le riflessioni e le catechesi».


Nella diocesi di Cagliari si organizzano anche campi di lavoro residenziali in collaborazione con la Caritas con raccolte di vestiti, alimentari e farmaci destinati ai vari centri di raccolta.
«Ci sono poi i campi scuola classici, come quelli ospitati a Cala Sintias che ospita una ventina di parrocchie, oltre naturalmente quelli dei salesiani nella loro colonia di Solanas», aggiunge don Alberto.


«Dal 19 giugno al 14 luglio», dice don Emanuele Mameli parroco della Madonna della Strada (Mulinu Becciu), «la nostra comunità offre ai bambini e ragazzi, dai 3 ai 14 anni, un campo scuola – strutturato in laboratori appositi per preadolescenti musicali e di teatro, sport nei campetti e salvaguardia creato».
Tema di quest’anno «detto, fatto: aspetto creativo di Dio». Questo è il sesto anno per la comunità di Mulinu Becciu: 150 iscritti, con al centro dell’esperienza 4 giorni di campo scuola a Cuglieri per i più grandi.
«Altra novità», aggiunge don Emanuele «è l’inserimento del momento celebrativo della Messa con l’animazione al sabato sera o alla domenica».
C’è anche un momento missionario: la parrocchia della Madonna della Strada è gemellata con Aleppo in Siria: «Il 29 ottobre ospiteremo padre Ibrahim, parroco ad Aleppo, per cui i primi giorni del nostro campo scuola saranno dedicati proprio all’informazione sulla situazione in Siria».