“SU PARA CIRCANTI” IN UN VIDEO: FRA NICOLA SARÀ IL SANTO SARDO DEL GIUBILEO?

Fra Nicola è passato di nuovo per le strade di Cagliari, curvo e silenzioso, e ha radunato ancora tanta gente: una piccola folla composta dei pochi testimoni che ancora ne possono parlare assieme ai figli e nipoti di quel popolo che lo conobbe e lo proclamò santo a partire da quell’8 giugno 1958, data della sua morte.

In Aula Magna della Facoltà teologica, troppo piccola per contenere quasi cinquecento persone accorse al solo suo nome, “Frate silenzio” ha parlato ancora una volta con l’unico linguaggio che conosceva: quello dell’umiltà e della povertà.

L’occasione è stata la presentazione di un video realizzato dalla Regione sarda (curato dalla giornalista Giosi Moccia) sulla figura del cappuccino, erede spirituale di Ignazio da Laconi, avviato – dopo la beatificazione del 1999 – a diventare Santo.

«Sarebbe bellissimo», dice padre Ignazio Melis, vice postulatore della causa di canonizzazione «se Fra Nicola venisse proclamato santo proprio nel 2016, nell’Anno del Giubileo, dedicato da Papa Francesco alla Misericordia».

Intanto la Sardegna si prepara all’evento. L’assessore al Turismo, Francesco Morandi, chiudendo l’incontro, ha ufficializzato che il 2016 sarà l’Anno dei cammini religiosi. Con Gesturi, assieme a Cagliari e Laconi, tappe obbligate.